Supporto nutrizionale nel bambino emato-oncologico

Nell'ambito del progetto di cooperazione internazionale in Nicaragua "La Mascota" a partire dal 2015 è stato attivato anche un programma di supporto nutrizionale nel bambino emato-oncologico.

Secondo l’Unicef la prevalenza di malnutrizione cronica nei bambini nicaraguensi sotto i 5 anni è del 20%. La popolazione pediatrica con tumore emato-oncologica è particolarmente vulnerabile per malnutrizione a eziologia multifattoriale. Si viene sovente a creare uno squilibrio tra apporto calorico e necessità nutrizionale in relazione al tipo di tumore, all’ospedalizzazione, agli effetti collaterali delle chemioterapie (nausea, vomito, mucosite ecc) o della terapia radiante.

I pazienti classificati come gravemente denutriti e quelli classificati come moderatamente denutriti, ma con diagnosi oncologica a particolare rischio di malnutrizione nel corso del programma terapeutico (LLA, LMA, tumore di Wilms, linfoma non Hodgkin, osteosarcoma) verranno posti in suppplementazione nutrizionale con formula polimerica (in relazione all’età del soggetto) alla diagnosi.

Ci attendiamo un miglioramento della prognosi a breve e lungo termine in questi bambini sottoposti a intervento nutrizionale

8xmille _ri -bozza _1-05

 

 

Il progetto è sostenuto con i fondi otto per mille della Chiesa Valdese (Unione delle chiese metodiste e valdesi).

A TUTTI I GENITORI E AI NOSTRI SOSTENITORI

Diffidate di persone sconosciute che chiedono denaro presentandosi di persona o al telefono a nostro nome.
Il Comitato Maria Letizia Verga non raccoglie contributi in questo modo.