chi siamo

Come darci una mano… a norma di legge!

LE QUOTE ASSOCIATIVE

I soci partecipano alle decisioni del Comitato votando in assemblea. I soci del Comitato Maria Letizia Verga sono divisi in due categorie:

· i genitori dei bambini in cura (ora o in passato) nella Clinica Pediatrica del San Gerardo di Monza, su richiesta hanno diritto di essere soci e a rimanere tali per sempre a titolo gratuito;

· i soci ordinari possono diventare tali versando una quota associativa da 15 euro: in questo modo hanno diritto ad essere soci per un anno. Ogni anno possono decidere di rinnovare la loro adesione.

Per diventare socio occorre indicare nella causale del bonifico o del bollettino di conto corrente postale la dicitura “quota associativa” e tutti i dati personali (nome, cognome, indirizzo fisico, codice fiscale, indirizzo di posta elettronica).

Le quote associative non sono deducibili dalle imposte sui redditi.


LE DONAZIONI

Il Comitato Maria Letizia Verga è Organizzazione di Volontariato iscritta nell’omonimo registro regionale tenuto dalla Provincia di Monza e Brianza, e pertanto Onlus di diritto. Sul sito della Provincia trovate l’elenco.

Alcune norme riportano rilevanti benefici per gli individui e per le imprese che versano contributi a favore della nostra organizzazione.
Se una persona fisica versa una somma di denaro al Comitato può usufruire di detrazioni di imposta del 26% su un importo massimo di 30.000 euro annui (per le erogazioni effettuate a partire dal 01/01/2015) oppure, a sua scelta, di deduzioni dal reddito (per un massimo del 10% del reddito dichiarato fino a 70.000 euro).

Se il donatore è una società (Srl, Spa, ecc.), la cifra è deducibile fino al 2% del reddito o a 30.000 euro oppure, a scelta, fino al 10% del reddito entro un massimo di 70.000 euro.

Tutte le transazioni, per poter far attivare il beneficio fiscale, devono essere effettuate attraverso la banca o la posta (bonifico, ccp, carta di credito, di debito, vaglia, assegni).

Riferimenti:

Art 15, c 1.1, DPR 917/86

Art 100, c 2, lett h), DPR 917/86

Art 14, DL 35/05


Risparmiare sulle tasse donando al Comitato!

1. Le donazioni in denaro contante non sono deducibili. Le donazioni con assegni bancari non trasferibili, bollettini di conto corrente postale, bonifici bancari, carte di credito, di debito, prepagate sono detraibili/deducibili. Per usufruire dei benefici fiscali è necessario conservare copia del documento (bancario o postale).

2. E' indispensabile indicare nei versamenti tutti i tuoi dati (nome, cognome, indirizzo fisico, indirizzo di posta elettronica).

3. La lettera di ringraziamento che viene inviata dopo ogni donazione non è documento valido ai fini fiscali. Per importi superiori a 100 euro, o su richiesta, invieremo in tempo utile per la dichiarazione dei redditi il documento che attesta il possesso dei requisiti contabili per effettuare, al posto della detrazione fiscale, la deduzione del vostro imponibile. A tal fine vi chiediamo di inviarci a mezzo e-mail il vostro codice fiscale e i dati anagrafici entro e non oltre il 15 gennaio dell'anno successivo all'erogazione. 

 

AVVERTENZE FISCALI NUOVA MANOVRA FINANZIARIA D.Lgs 148/2011 di conversione del D.Lgs. 138/2011 IN MATERIALE ANTIRICICLAGGIO

Dal 13 agosto 2011 chi emetterà o riceverà assegni bancari, postali e circolari o vaglia postali e cambiari dovrà tenere conto dei nuovi limiti imposti  in materia di antiriciclaggio.


TRASFERIMENTI DI DENARO (CONTANTE)

Il D.L. 201/2011 ART. 12 (DECRETO SALVA ITALIA) ha ridotto il limite massimo dell'utilizzo del denaro contante a 1.000 euro. Il Decreto, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 5/12/2011, è in vigore dal 6/12/2011. Sono pertanto vietate donazioni per contanti, con assegni bancari postali e circolari trasferibili quando il valore dell’operazione, anche frazionata, sia complessivamente pari o superiore a 1.000 euro.

Il trasferimento di denaro per importi maggiori di 1.000 euro potrà essere eseguito solo tramite bonifico bancario, bollettino postale, donazione online, assegno bancario non trasferibile, assegno circolare non trasferibile.

In caso di violazione, le sanzioni vanno dall’1% al 40% dell’importo trasferito e l’infrazione sarà comunicata al Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Le donazioni effettuate a mezzo contanti non sono detraibili. Per rendere fiscalmente valide le donazioni effettuate mediante: bonifico, assegno, conto corrente postale è necessario conservare copia del documento (bancario o postale).

A TUTTI I GENITORI E AI NOSTRI SOSTENITORI

Diffidate di persone sconosciute che chiedono denaro presentandosi di persona o al telefono a nostro nome.
Il Comitato Maria Letizia Verga non raccoglie contributi in questo modo.