chi siamo

Assistente sociale

Assistente _socialeL’assistente sociale gestisce il servizio sociale ed il suo compito è quello di individuare all'esordio della malattia eventuali problematiche del nucleo familiare e predisporre gli interventi necessari per aiutare la famiglia a superare le difficoltà legate alla malattia come i problemi lavorativi, le difficoltà di trasporto, l’ inserimento scolastico, la possibilità di usufruire di benefici legislativi, la precaria situazione economica, l'alloggio in caso di lontananza dal centro,ed altre situazioni particolari come il credo religioso, la provenienza della famiglia da paesi extra-comunitari o casi sociali particolarmente difficili.

L'assistente sociale lavora in stretta collaborazione con tutta l'équipe e si pone come punto di appoggio e di riferimento per la famiglia sia all'interno dell'ospedale (contatti con la Direzione Sanitaria, medici, infermieri, servizio di psicologia, volontariato, scuola in ospedale) sia all'esterno sul territorio (contatti con i Comuni e le ASL di provenienza, i datori di lavoro, le scuole di provenienza, INPS, Prefettura e Questura). L'intervento si effettua sul piano pratico fin dal primo contatto della famiglia con l'ospedale e prevede colloqui mirati a raccogliere informazioni, individuare i bisogni, presentare l'attività del Comitato Maria Letizia Verga e soprattutto stabilire un costruttivo rapporto interpersonale.

L'assistente sociale collabora con la psicologa e coordina il servizio psico-sociale, di cui fanno parte la scuola in ospedale, il residence Maria Letizia Verga, l’animatrice di gioco, i clown-dottori della fondazione Theodora, l’attività ricreativa, il gruppo di ascolto, i testimoni esperti, il volontariato.

L’ufficio dell’assistente sociale si trova al 11° piano del settore C dell’Ospedale San Gerardo di Monza ed è presente dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 17,00 – Telefono 039 2333573

AGEVOLAZIONI PREVISTE DALLA LEGGE INVALIDITA' CIVILE

I genitori di bambini o adolescenti che hanno una diagnosi di malattia emato-oncologica possono usufruire, durante il periodo delle cure, di benefici economici e di altri tipi di agevolazioni previste per legge.

Benefici economici

L’INPS di provenienza può riconoscere lo stato di invalidità temporanea e conseguentemente concedere l'"Indennità di frequenza" o l'"Assegno di accompagnamento". Entrambi i riconoscimenti sono indipendenti dal reddito famigliare e non sono cumulabili. I cittadini stranieri hanno diritto alla corresponsione economica solo se in possesso di Carta di soggiorno.

Permessi lavorativi retribuiti

Il riconoscimento di invalidità consente ad uno dei genitori di acquisire i seguenti diritti:

  • Permessi di lavoro retribiuti (art.33 L. 104): tre giorni al mese.
  • Congedo straordinario (L. 350/2003): periodo di congedo retribuito fino ad un massimo di due anni, frazionabile in mesi.

Per avere maggiori informazioni e per essere aiutati nell'espletamento delle pratiche si consiglia di contattare l'assistente sociale.

dr.ssa Ilaria Ripamonti - Assistente Sociale

A TUTTI I GENITORI E AI NOSTRI SOSTENITORI

Diffidate di persone sconosciute che chiedono denaro presentandosi di persona o al telefono a nostro nome.
Il Comitato Maria Letizia Verga non raccoglie contributi in questo modo.